appuntiamanolibera

but I, in love, was dense and mute

In un giorno imprecisato di un’estate parigina
il bambino imbarazzato chiede al babbo
e alla mammina di trovare in tutta fretta
un’igienica toeletta. E si esce dalla metro
nella folla dei passanti per cercare quel servizio
nel più prossimo esercizio. Nel locale c’è gran ressa
di avventori col bicchiere (non è ancora l’una
e mezza ma la sete deve bere) e la madre resta
fuori mentre il padre premuroso accompagna al gabinetto
il fremente bambinetto. Nell’attesa sotto il sole
alla donna si rivolge prima un uomo bruttarello,
balbettante, assai confuso, che lo sguardo femminile
già perplesso e or impaziente allontana prontamente.
Ecco, un altro s’avvicina, poi un terzo e altri ancora,
tutti a chieder con bel piglio quanto costi la signora,
che, a quel punto, infastidita, guarda in giù lungo la via
e s’accorge che di dame una lunga teoria
stava in piedi bravamente all’ingresso dei caffè
per offrirsi a chi volesse liberarsi un po’ di sé.
E capisce in un istante che il motivo del successo-
nonostante si pregiasse d’esser giovane e prestante-
si doveva certamente all’aspetto un po’ dimesso
che lasciava immaginare forti sconti sopra il prezzo.
Padre e figlio escono alfine domandando di che rida,
la presenza del bambino le impedisce di narrare
l’accaduto nei dettagli e risponde, con sollievo,
mentre se ne vanno in fretta, rido solo della vita.

 

Eravamo invitati a pranzo, siamo arrivati in ritardo e ci siamo fatti perdonare raccontando l’avventura.

Annunci

giugno 6, 2006 - Posted by | successi

19 commenti »

  1. ma bella!
    Brava!
    Mi è piaciuta, perdona l’entusiasmo.

    Commento di cristina13 | giugno 6, 2006 | Rispondi

  2. ;-DDD

    Commento di gattarandagia | giugno 6, 2006 | Rispondi

  3. Vivissimi complimenti per il brioso componimenti letterario. Mi ricorda le strisce fumettistiche del passato (sig. Bonaventura e altri), che erano dei piccoli gioielli di letteratura in rima. C’è chiarissimo l’influsso della poesia “minimalista” del primo novecento, palazzeschi su tutti, influsso che sopravvive specie nel modo di “giocare” con i versi.
    A volte ricordo alcuni pezzi che comparivano su “Cuore”, e mi sembra di ritrovarli nelle tue righe.
    -L’anonimo gentile

    Commento di utente anonimo | giugno 6, 2006 | Rispondi

  4. Yet perdona l’ardire
    e anzitempo mi scuso
    se con il mio dire
    ti sembro un’intruso.
    BRAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAVA!
    Mi scuso perchè ogni volta che faccio un commento do l’impressione di aggredire, ma così non è, credimi.
    tanta gioia

    Commento di ciccio56 | giugno 6, 2006 | Rispondi

  5. e brava! così la smettiamo con i pensieri tristi! complimenti alla signora!;-DDD

    Commento di fiorirosa | giugno 6, 2006 | Rispondi

  6. o ciccio, l’intruso è l’apostrofo di troppo

    Commento di yetbutaname | giugno 6, 2006 | Rispondi

  7. Essendo l’intruso vuoi che che non lo mettessi, così ti arrabbi e abbiamo motivo di litigare. Altrimenti che gusto c’è?
    Che figura!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Commento di ciccio56 | giugno 6, 2006 | Rispondi

  8. carino il componimento e carina l’avventura.
    a me queste cose non sono mai capitate …

    Commento di cinas | giugno 7, 2006 | Rispondi

  9. fratellino, tu girerai con il cartellino del prezzo: fantastilioni?

    Commento di yetbutaname | giugno 7, 2006 | Rispondi

  10. figurati. le rare volte che ho avuto proposte non ricambiabili con entusiasmo, le ho ricambiate perchè mi pareva offensivo dire di no.

    Commento di cinas | giugno 8, 2006 | Rispondi

  11. Parigi….e’ che le donne Francesi…le Parigine sono….come dire….

    gambaletti

    Commento di Falloppio | giugno 8, 2006 | Rispondi

  12. E tuuuu
    Parigi sotto le lenzuola e tuuu
    Parigi con le gambe aperte
    La libertààà
    Passa di lààà
    Parigi vuole dire amoreee
    ♪♪♪

    (scusate, mi son lasciato prendere dall’entusiasmo).

    Alla ressa di complimenti qui fuori aggiungo anche i miei.

    Commento di Ziby | giugno 8, 2006 | Rispondi

  13. .

    Commento di whiskey | giugno 8, 2006 | Rispondi

  14. questo è il mio commento ma non so come si scrive

    razak

    Commento di fantamondiale | giugno 8, 2006 | Rispondi

  15. Perchè mi sembri una versione femminile di Stefano Benni?
    Credimi, sto sorridendo da solo, e non credo/non spero sia una paresi….

    Commento di Masso57 | giugno 8, 2006 | Rispondi

  16. ciao yban, buon week end.

    Commento di fiorirosa | giugno 10, 2006 | Rispondi

  17. Degna di una ballata Deandreana!
    Troppo, troppo forte! (E tu… cerca di truccarti meno pesante, eh!) 😉
    Buon lunedì, mostro di bravura!

    Commento di mamminacara | giugno 12, 2006 | Rispondi

  18. ….io sono qua che tifo Svizzera.

    Commento di Falloppio | giugno 13, 2006 | Rispondi

  19. prova

    Commento di utente anonimo | luglio 16, 2006 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: