appuntiamanolibera

but I, in love, was dense and mute

bravo, no?

c’è uno che spiega il disastro della scuola italiana con l’influenza della cultura cattolica apparentemente più progressista, restia al giudizio

questo dopo aver detto che smise di sottoporre i suoi studenti a un test di lettura e comprensione, perché i risultati erano troppo bassi

bon, secondo me l’unica parola sensata del discorso è “apparentemente”

non sto a dire nomi, cognomi e organo di stampa per non fare pubblicità

ciao

Annunci

ottobre 31, 2008 - Posted by | Uncategorized

8 commenti »

  1. ai miei tempi, se i risultati erano troppo bassi ti bocciavano, senza troppe storie. bei tempi, mi viene da dire.

    Commento di iosempreio | ottobre 31, 2008 | Rispondi

  2. quel ch’è più grave, cara isi, è che erano i tuoi tempi
    costui ha settantacinque anni
    o è un cattolico apparentemente progressista o un precursore

    Commento di yetbutaname | ottobre 31, 2008 | Rispondi

  3. Beh, dai, c’è un ameno signorotto di 72 (ma li porta bene, sa?) che dice che la colpa è della sinistra, dei sindacati e dei precari, come se sapesse di cosa sta parlando.

    Commento di Masso57 | ottobre 31, 2008 | Rispondi

  4. ‘influenza della cultura cattolica’… ma non è tempo di vaccino, questo?
    a..

    Commento di a2punti | ottobre 31, 2008 | Rispondi

  5. a2punti….

    mi ha tolto le parole di bocca!!!!

    buon fine settimana!

    Commento di mircomirco | novembre 1, 2008 | Rispondi

  6. Non direi proprio, il famoso sei politico non era cattolico e ancora oggi nelle Università Cattoliche ci si fa un mazzo tanto nello studio, magari un po’ nozionistico e beghino, ma direi che la dichiarazione in sostanza è fuori luogo. La scuola è diventata sempre meno selettiva, perché in Italia s’è vissuto un lungo periodo trasversale, da destra a sinistra, facendo due giri di rotonda al centro,in cui sembrava che “giudicare” non fosse un’opera difficile e meritoria, ma un arbitrio brutto e cattivo a 360°, dalla scuola alla giustizia stessa. Un Paese d’impuniti, insomma. E ignoranti.

    Commento di flaviablog | novembre 1, 2008 | Rispondi

  7. flaviablog, anche
    nel caso dell’intervista che ho letto, l’interrogato fa un discorso fastidiosamente vittimistico (a scansare sue responsabilità didattiche, secondo me che sono maligna come il fumo)
    e l’intervistatrice lo prende sul serio per tornaconto ideologico
    così sul serio che mi sarebbe venuto da ridere, se non ci fosse da preoccuparsi

    Commento di yetbutaname | novembre 2, 2008 | Rispondi

  8. E’ vero, c’è da preoccuparsi. Siamo alla ricerca del capro espiatorio d’una pericolosa stupidità generale.Triste quel Paese che sembra uscito dalla penna di Pennac, a volte.

    Commento di flaviablog | novembre 2, 2008 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: