appuntiamanolibera

but I, in love, was dense and mute

bilancio vacanziero 

giorni 11 più due di viaggio, bel tempo 12/13- è piovuto durante il viaggio di ritorno

spiaggia: un pomeriggio, un bagno-non posso permettermi il sole di quelle latitudini prive di crepuscoli

campagna: uliveti e vigne, un po’ di macchia e pinete

casa: accogliente e dotata di gatti villeggianti, cacciatori di gechi e lucertole-i topi sono finiti ad opera della colonia felina residente, credo

ho cucinato una sola volta, due teglie di peperoni ripieni-però ho preparato vasetti di peperonata, di fichi autosciroppati e di marmellata dei medesimi frutti, oltre a bigonci di salsa di pomodoro per uso immediato-a cena si era dai sei ai diciannove, secondo le serate, però sempre in case diverse o al ristorante (tranne la sera dei diciannove, pazienza)

pulizie, naturalmente

acquisti e regali:semola di tutti i possibili colori, dal quasi bianco alle diverse sfumature del bigio, poi capperi, pomodori secchi e lenticchie e ceci e fave bianche e cicerchie, olio -che spero uguale a quello usato in loco, vino poco, da dessert, molto buono

gli undici giorni sono volati, per fortuna

ah, ho letto un bel libro: Lo zio Coso, di Alessandro Schwed (Ponte alle Grazie). lunedì vado a comprarlo per i miei figlioli e le mie compitanti. ho letto anche un libro brutto, secondo me ne mancavano dei pezzetti. il traduttore si dev’essere spazientito-giustamente

mi siete mancati? naturalmente

ma ho avuto tempestiva notizia della nascita di Libero e gli ho comprato tre bei bavaglini che gli ho portato stamane

è un bimbo bellissimo

settembre 16, 2006 Posted by | mare, si fa per dire | Lascia un commento

arrivederci

vado al mare lunedì, sto una breve settimana

compro l’olio, i legumi, le farine e torno

state bene tutti quanti

settembre 2, 2006 Posted by | lontano, mare | 10 commenti