appuntiamanolibera

but I, in love, was dense and mute

dove abitano le tristezze

quelle che restano escluse da obitori, cimiteri e ricoveri per lungo degenti trovano facile ospitalità negli uffici postali, soprattutto nelle facce e nelle pettinature delle addette agli sportelli

hanno l’aria consumata, povere ragazze che furono

ciao

gennaio 26, 2012 Posted by | pazientiamo pure | 15 commenti

mance

in vista dell’ imminente rientro del figliol profugo, vado a pulirgli casa

mentre dall’esterno spazzo polvere e detriti di varia origine dai davanzali,  sono inondata da una pioggia di briciole che la signora del primo piano scuote dalla finestra

peccato che sia la stessa persona che pretende tredici euro al mese da ciascun inquilino per tenere pulito il cortile

le dico che i miei non li vedrà più e cerca di rabbonirmi decantandomi le qualità civili del ragazzo

qualità che non avrebbe se l’avesse educato lei, mi premuro di farle sapere prima di andare a lavarmi la testa

ciao

 

 

dicembre 20, 2011 Posted by | pazientiamo pure, si fa per dire | 15 commenti

c’è di peggio

vado a pagare il dentista
ciao

novembre 30, 2011 Posted by | pazientiamo pure | | 19 commenti

ICI, IVA e meno tasse sul lavoro

si pazienta

purché il tutto si ripercuota alla svelta sul numero e sull’entità dei salari

ciao

novembre 20, 2011 Posted by | pazientiamo pure | 27 commenti

Telefonata e visita

-Pronto? Dottoressa G….i? Vorrei un appuntamento per una visita urgente.

-Quali disturbi sente?

-Un occhio vede delle macchie nere.

-Quanti anni ha?

-Abbastanza.

-Quando si hanno abbastanza anni si possono verificare dei fenomeni di disidratazione del vitreo.

-Si possono curare o c’è solo da pazientare?

-Venga sabato e saprò dirle.

E al sabato sono andata, sono stata visitata, misurata e sì, infatti, c’è una "ruga" nel vitreo dell’occhio buono. Quello miope sta benone.

-Ciò è strano, dice l’oculista, succede più spesso agli occhi miopi. E in ogni caso c’è da portar pazienza, non vale la pena di affrontare i rischi connessi alla sostituzione del vitreo per quella macchietta. Torni se vede dei lampi, che indicano trazioni sulla retina. Sa, potrebbero causarne il distacco.

Insomma, l’oscurità è negli occhi di chi guarda, mi par di capire.

 post scriptum: stamane mi sono svegliata pensando che i miei anni non sono abbastanza, non ancora.

ottobre 21, 2006 Posted by | pazientiamo pure | 12 commenti